PRESENT SIMPLE

PRESENT SIMPLE

Questa è la prima newsletter sui tempi verbali, abbiamo pensato di crearne una serie che troverete passo passo sul nostro sito: www.ilcorsodinglese.com. Ogni volta verrà trattato un tempo verbale specifico. Sul nostro sito troverete inoltre uno schema di tutti i tempi verbali.

Il Present Simple è la prima forma verbale che viene insegnata. La struttura è semplice ma ci sono alcune regole alle quali porre attenzione. Vedremo insieme la struttura, quando si usa ed eccezioni.

STRUTTURA

COSTRUZIONE AFFERMATIVA

Questa struttura verbale usa la forma base del verbo con tutti i pronomi. Aggiungiamo una – s con la 3° persona singolare ( he, she, it ).

I work .
You work.
He, she, it works.
We work.
They work.

 

COSTRUZIONE NEGATIVA

Per costruire frasi negative, come per quelle interrogative, il Present Simple richiede il verbo ausiliare to do + not.

Con tutte le persone usiamo ‘do’ con eccezione della 3° persona singolare (he, she, it) per la quale usiamo doesn’t.

Soggetto + do + not + verbo principale
I don’t go.
You don’t go.
He, she, it doesn’t go.
We don’t go.
They don’t go.

COSTRUZIONE INTERROGATIVA

Usiamo il verbo ausiliare to do per costruire una domanda con il Present Simple con tutti i pronomi personali.
Usiamo does per la 3° persona singolare (he, she, it)

verbo ausiliare + soggetto + verbo principale  
Do I drink  coffee ?
Do you drink coffee ?
Does he, she , it drink coffee ?
Do we drink coffee ?
Do they drink coffee ?

Attenzione: con le strutture negative e interrogative in 3° persona singolare si usa does e non più la -s finale al verbo principale.

REGOLE 3A PERSONA SINGOLARE

Quando il verbo finisce con un suono ’s’ come; -ss, -x, -sh, -ch aggiungere -es. to watch —> He watches t.v   to kiss —> She kisses him.
Quando il verbo finisce con una consonante + – y, togliamo la y e aggiungiamo – ies. to fly —> He flies.
Attenzione: se la y viene preceduta da una vocale aggiungiamo semplicemente -s. to play —> She plays.

QUANDO SI USA

  1. Per descrivere abitudini, azioni ripetute e in combinazione con avverbi di frequenza.
    e.g. He wakes up at 7 o’clock.
  2. Per fatti generalmente validi.
    e.g. Paris is the capital of France.
  3. Con i verbi di stato come: like, want, taste.
    e.g. I like pizza. (vedi scheda Present Continuous)
  4. In referimento all’ orario del treno, pullman, aereo.
    e.g. The train leaves at 10.00.